Grazie alla passione e all’impegno del proprio staff, Adria Congrex ha dato il via ad un nuovo progetto europeo che la vede impegnata per oltre due anni in numerose attività di comunicazione. Copernicus Communication Services: LOT1 Events Activities  è il nome del contratto firmato con ECMWF lo scorso agosto a seguito della vincita del bando relativo. Ma cos’è Copernicus?

E’ il programma finanziato dalla Commissione europea che si occupa dell’osservazione e monitoraggio della Terra.

Copernicus attraverso un’ ampia rete di satelliti e diversi sistemi di rilevazione terrestre, marina e aerea produce una consistente mole di dati che una volta elaborati generano informazioni. Queste posso essere utilizzate per rendere lo sviluppo più sostenibile, proteggere l’ambiente, programmare attività di agricoltura, silvicoltura, allevamento e pesca. Ma le stesse informazioni possono esser utilizzate anche per migliorare la gestione delle aree urbane, le infrastrutture, la mobilità, i trasporti, la sicurezza dei cittadini e il turismo.

I servizi di Copernicus si suddividono in 6 aree

I principali utenti dei servizi di Copernicus sono attualmente le autorità pubbliche e il governo che necessitano delle informazioni per sviluppare legislazione e politiche ambientali o per prendere decisioni critiche in caso di emergenza, come in caso di disastri naturali o di crisi umanitarie. ECMWF, il partner di Copernicus che implementa i servizi di monitoraggio dell’atmosfera (CAMS) e di cambiamento climatico (C3S), si pone l’obiettivo di rendere il programma fruibile a tutti i cittadini e le aziende in particolare per offrire loro la mole di dati di cui è in possesso in via completamente gratuita.

Adria Congrex insieme ai propri partner OIKO e CMCC seguirà le attività di comunicazione per oltre due anni durante i quali organizzerà numerosi eventi ed incontri per raggiungere il nuovo obiettivo.

Vi terremo costantemente aggiornati su tutte le attività e vi forniremo le ultime news in ambito ambientale, attraverso i nostri canali social, per essere più consapevoli e partecipi dell’ambiente in cui viviamo.