Vi abbiamo parlato di comunicazione sui social network, delle app per il congresso, della vita “on line” ma non vorremo avere incentivato il vostro lato smombie!

Non sapere cosa sia uno smombie? In realtà lo sapete benissimo perché ogni giorno vi imbattete in orde di queste strane creature e sicuramente vi lamentate di loro!

Sono quella massa di persone che si muovono con gli occhi incollati sullo smartphone, con la schiena ricurva come se avessero rare malattie deformanti, che non sentono il clacson delle auto quando attraversano la strada senza guardare, che urtano chiunque si trovino difronte mentre camminano, che si scontrano con i pali perché per loro è impossibile vederli. Sono smartphone zombie, da qui l’acronimo smombie.

Nel mondo il fenomeno dilaga e causa numerosi incidenti. Negli USA, l’associazione responsabile della sicurezza stradale ha denunciato nel 2016 un incremento dell’11% della mortalità dei pedoni e fra le cause è in drammatico aumento l’uso di smartphone. In Italia il rapporto sulla sicurezza stradale 2017 di Dekra indica come principale causa dei comportamenti distorti, che determinano l’80% di incidenti, l’uso inadeguato dello smartphone.

Quindi i paesi corrono ai ripari. In Cina hanno creato corsie pedonali separate per smombie con raffigurazione dello smartphone, come nella ciclabile troviamo una bicicletta. In Corea del Sud, come soluzione agli investimenti, il garante delle comunicazioni ha imposto l’uso di un’app che spegne automaticamente lo smartphone mentre si cammina. A Honululu, capitale delle Hawaii, se si attraversa la strada guardando lo smartphone si rischia una multa. A Stoccolma troviamo segnali stradali raffiguranti gli smombie, uomo e donna ricurvi sul telefonino che passeggiano.

Forse non vi sentite parte di questo nuovo esercito, ma chi di voi può ammettere di non essere rimasto  curvo sullo smartphone ipnotizzato dal social preferito? In ogni caso speriamo proprio di non avere accentuato la vostra dipendenza con i nostri consigli! E ci raccomandiamo: quando camminate per strada fate attenzione ai pericoli, consultate lo smartphone solo in luoghi protetti e quando non siete in movimento!